Posso coltivare un seme di cannabis a casa?

L’influenza della wikipedia hashish ruderalis comporta che il contenuto di THC delle varietà autofiorenti sia inferiore a quello di alcune delle varietà di indica sativa più forti e più diffuse. Alcune delle prime varietà autofiorenti prodotte avevano un contenuto psicoattivo davvero ridotto inesistente, che ha fatto sì che queste piante guadagnassero una cattiva reputazione tra alcuni coltivatori. Tuttavia, con il coinvolgimento di un numero maggiore di banche dei semi e di breeder, la qualità delle autofiorenti è migliorata rapidamente e continuerà a migliorare, basta dare un’occhiata alla rivista e vedere i grandi nomi che ora producono varietà autofiorenti.

Anche se la parola “normale” sembra dica tutto, non è del tutto cosi. Ognuno di noi ha sentito parlare almeno una volta di semine buone e semine cattive nell’impresa agricola, e come nell’impresa agricola, anche qua valgono le stesse regole. Ci sono semi buoni e semi cattivi. Alcuni coltivatori lasciano crescere le piante di semi marijuana maschio e quelle femmina separatamente fino a raggiungere la maturità e poi le mettono insieme, in modo da essere sicuri che entrambi i sessi delle piante di marijuana siano completamente sviluppati e alla massima potenza. Le piante generate da questo tipo di semi di marijuana inizieranno a vivere in modo perfetto.

Dalla crescita veloce e la struttura alta, offrono piante molto grandi e con un effetto molto speciale: attivo ed energetico, che puó arrivare ad essere psichedelico. Tra le varietá sative troviamo quelle che originariamente erano coltivate in zone tropicali, subtropicali e vicine all’equatore (Africa, Tahilandia, Colombia..). Le loro foglie sono larghe e sottili con una seghettatura molto marcata. La ratio di cannabinoidi di queste varietá é ideale per alleviare diversi tipi di dolore.

Per quelli che al contrario cercano di dove comprare semi di marijuana uno stato di relax meditazione, l’ideale sono varietá indiche con percentuali equilibrate di altri cannabinoidi diversi dal THC, come per esempio il CBD. Alla quale c’é bisogno di dare attenzioni quotidiane dandole tutto quello di cui puó necessitare. Tutto questo, che sembra molto facile, si puó rapidamente complicare se non si tengono presenti alcune accortezze.

Una volta andati a fondo nel problema, potrai anche aver voglia di leggere su come fare i cloni e avere informazioni riguardo le tecniche di coltivazione e conservazione. Ti spiegheremo inoltre quali installazioni per la coltivazione usare; probabilmente avrai sentito parlare delle installazioni SOG e SCROG (E ti sarai chiesto cosa sono). Ti spiegheremo come avere una ventilazione sufficiente e quale influenza ha l’aria fresca, la luce necessaria e perchè alcuni coltivatori danno di matto quando si arriva a parlare di elettricità.

Non lasciarti deludere da questo, tu vorrai sapere anche il miglior modo per far seccare la cannabis, spieghiamo anche i processi di purificazione dell’acqua, che non sono così comuni. Dobbiamo inoltre mettere abbastanza luce e per l’influenza della conduttività elettrica (EC), CO2 e il valore del PH nel processo di crescita della pianta, ma prima spieghiamo quando è il momento giusto per raccogliere i “frutti” della nostra coltivazione e perchè dovresti prestare attenzione al colore dei tricomi. Nella sezione sulle informazioni sulla cannabis, parliamo riguardo le sostanze psico attive, il CBD e il THC che desideriamo così tanto su quello che fumiamo.

Articolo del “Corriere della Sera” su ricerche svolte dalla commissione governativa britannica sull’abuso della droga (15/03/2002). Per capire, all’epoca non c’era più del 2-3% di principio attivo, il THC. Questo assunto, oltre ad avallare implicitamente l’esistenza di una dicotomia fra ” droghe leggere ” e ” droghe pesanti”, viene proposto dall’inizio degli anni novanta sostanzialmente nella medesima forma, riferendosi ad un passato più meno imprecisato, che farebbe sostanzialmente riferimento agli anni sessanta e settanta , confrontato con un “giorno d’oggi” relativo al momento storico in cui ci si trova ad enunciare il postulato.

Sono comunque tutte percentuali altamente suscettibili di variazioni a seconda dei casi. Per esempio, in Gran Bretagna e dal 2012, nuove leggi sono state messe in atto nei primi mesi del 2012. Prima di ogni altra cosa, assicurarsi di comprendere i rischi che si possono incorrere, di conoscere il territorio in cui ti trovi e il contesto giuridico in questo settore.

Per finire, diventando un coltivatore è anche un nuovo hobbie che potrebbe portare a far crescere poi le verdure e avere una migliore comprensione di come funziona la natura. La qualità è controled, e si può essere sicuri della purezza del vostro erbaccia. Nessun rischio di essere scamed, la vostra casa è molto più sicuro di molti sobborghi sotto il controllo della mafia locale.

In primo luogo, è una questione di costi  rispetto ai mercati . Questa tecnica permette cultura un alto rendimento. E poi sulla parte superiore della pianta per produrre il grosso del raccolto, come più esposti alla luce.

Questi sono poi rafforzate e costituiscono la base di un cespuglio arbusto. Le parti inferiori della pianta di questo metodo SOG subiscono una risposta ormonale. In definitiva l’obiettivo è quello di creare un baldacchino verde a livelli più alti nelle piante.

Quindi è di crescere piantine in brevissimo fioritura in uno spazio confinato. Mare di verde: detto anche metodo “SOG”, il vantaggio di questo tipo di cultura è un raccolto abbondante. Oltre al risparmio di acqua, anche di evitare i parassiti e marciumi.

In un sistema aeroponico, un derivato di idroponica, è spruzzare le radici con una soluzione nutritiva direttamente dai sistemi di pompaggio nebulizzazione. Ci sono diversi per questo sistema, come i sistemi di cisterne, stoppino,, pellicola riflusso flusso solo acqua goccia a goccia. In parallelo, sarà il vostro lavoro per fornire tutti i nutrienti della pianta ha bisogno di una soluzione acquosa.

L’impianto sarà poi crescere direttamente in acqua, mentre nel sistema idroponico utilizzato, le radici saranno tenute da un substrato inerte come il cocco, argilla espansa, sabbia, perlite lana di roccia. Idroponica greco Hydro (acqua) e ponos (lavoro) è una coltivazione fuori suolo di cannabis, cioè senza terra. Sarà poi crescere in qualsiasi momento dell’anno tweed messicana, tailandese, etc. Al contrario, nel bosco si può permettere le piante alte in modo che possano sfruttare al meglio la luce.